Ebc
cerca
Cartella PADIGLIONI ESPOSITIVI PADIGLIONI ESPOSITIVI
torna indietro stampa questa pagina torna in alto
Ebc
PADIGLIONE MONACO

Il padiglione Monaco è tra i 142 Paesi che hanno aderito a Expo Milano 2015 “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” ( 1° maggio – 31 ottobre 2015). ll 30 gennaio presso l’Hotel Fairmont è stato presentato il plastico del “Pavillon” – Padiglione Monaco – progettato dall’architetto italiano Enrico Pollini. Hanno partecipato all’evento José Badia , Presidente delegato di Monaco Inter Expo, Julien Cellario, Amministratore generale, Franco Zanotti costruttore degli impianti, lo “chef” Filippo dell’Hotel Fairmont , Antonio Sambucci , partner della società ADF “green-vision”, soluzioni migliori per l’energia, Antonio Bertolotto , della società Marco Polo di Borgo S.Dalmazzo (Cuneo) specializzata nel riciclo dei rifiuti, Francois Le Genssel del  gruppo Finelco , comunicazioni di Radio Monaco e Robert Fillon “animatore” nel Pavillon nei vari avvenimenti in programma nel periodo dell’Esposizione Universale.

Al termine della manifestazione gli impianti monegaschi saranno trasferiti in Burkina Faso per l’utilizzo in azioni umanitarie della Croce Rossa.


È uno sguardo nuovo, solidale, sul mondo della nutrizione quello che il Principato di Monaco proporrà ai visitatori dell’Esposizione Universale del 2015. Progetti e idee per dare forma al tema scelto dal padiglione monegasco – “Excellence and Solidarity. A New Look at Feeding the Planet” – sono stati presentati da Robert Fillon, Ambasciatore del Principato di Monaco in Italia e Commissario Generale del Padiglione, che questa mattina ha firmato con il Commissario Unico per Expo Milano 2015, Giuseppe Sala, il contratto di partecipazione del Paese. Si tratta del 59esimo documento sottoscritto dalla società organizzatrice con i Partecipanti Ufficiali.

Grazie a una struttura aperta, con differenti punti di ingresso, e costruita con materiali riciclabili, il padiglione del Principato di Monaco dimostrerà come investire in protezione ambientale, sicurezza alimentare e in sviluppo sostenibile sia un atto di attenzione nei confronti delle nuove generazioni, indispensabile per la loro crescita. Da tempo, infatti, il Paese ha inserito nella propria politica internazionale progetti di elevata responsabilità sociale, volti a combattere la fame e la povertà nelle zone più disagiate del mondo, attraverso programmi di protezione della biodiversità e di formazione in campo agroalimentare.

L’impegno nel campo della cooperazione internazionale e della sostenibilità, in vista del raggiungimento degli obiettivi del Millennio, fissati nel 2000 dalle Nazioni Unite, è valso al Principe Alberto II la presidenza del comitato di Expo Milano 2015 che si occuperà di selezionare le best practices nell’ambito del programma “Feeding Knowledge”, un importante strumento per migliorare l’accesso e lo sviluppo delle conoscenze e per favorire la cooperazione sulla ricerca e l’innovazione per la sicurezza alimentare.

Il padiglione monegasco, che si estende su una superficie di 1.010 metri quadrati, è situato vicino all’ingresso Est, non distante dal Parco della Biodiversità, dal Padiglione dedicato alla sostenibilità e dal Cluster Isole, Mare e Cibo. Da questa posizione potrà favorire in modo efficace lo sviluppo del tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.

 

“Abbiamo scelto di coniugare l’immagine ‘glamour’ con cui viene identificato il Principato di Monaco al tema socialmente rilevante di Expo Milano 2015: l’alimentazione e la sostenibilità. Per questo motivo – ha spiegato Robert Fillon, Commissario Generale del Principato di Monaco -, nel nostro padiglione mostreremo come ‘l’Eccellenza solidale’ può ‘nutrire il mondo diversamente’. Spiegheremo ai visitatori che grazie ad azioni di cooperazione internazionale è possibile attuare una più equa distribuzione e condivisione delle ricchezze”.

“Siamo molto fieri di avere Monaco e il Principe Alberto con noi, in prima fila, nella promozione di corrette abitudini alimentari e nella diffusione di best practices – ha dichiarato Giuseppe Sala, Commissario Unico per Expo Milano 2015 -. Nel dialogo tra le nazioni che Expo Milano 2015 favorirà, la solidarietà è senza dubbio uno degli strumenti migliori da mettere in campo. La caratteristica peculiare del padiglione monegasco sta proprio nella scelta di valorizzare la cooperazione internazionale come mezzo per vincere la sfida di assicurare il diritto a tutti di avere cibo sano, sicuro e sufficiente”.

 


Allegati

Commenti Commenti 0 - Commenta L'articolo
Copyright 2017 © Enti Bilaterali della provincia di Varese Copyrights & Disclaimer
Via Valle Venosta, 4 - 21100 VARESE - C.F. 95035190123 - tel. 0332 342207 - fax. 0332 335518 - info@entibilaterali.va.it Credits