Ebc
cerca
Cartella Ammortizzatori Sociali Ammortizzatori Sociali
torna indietro stampa questa pagina torna in alto
Ebc
APPROVATA LA LEGGE REGIONALE A SOSTEGNO DEI CONTRATTI DI SOLIDARIETÀ

Approvata la legge regionale a sostegno dei contratti di solidarietà

La Regione Lombardia ha approvato la legge regionale 24 dicembre 2013, n. 21 “Misure a favore dei contratti e degli accordi sindacali di solidarietà”.
La finalità della legge è quella di salvaguardare l’oc¬cupazione e il capitale umano favorendo la sottoscrizione:
a)   dei contratti di solidarietà previsti:
• dagli articoli 1 e 2 del decreto-legge 30 ot¬tobre 1984, n. 726 (Misure urgenti a sostegno e incremento dei livelli occupazionali) convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1984, n. 863;
• dal decreto-legge 20 maggio 1993, n. 148 (Interventi urgenti a sostegno dell’occupazione) convertito, con modificazioni, dalla legge 19 luglio 1993, n. 236,
b)   di accordi sindacali tra imprese e lavoratori, finalizzati a mantenere la presenza dei lavoratori, compresi quelli con contratto a tempo determinato e parasubordinato, sul luogo di lavoro e finalizzati alla tutela della professionalità acquisita e della competitività dell’impresa.
Tale finalità è perseguita attraverso il sostegno al reddito dei lavoratori e l’in¬centivo alle imprese.
Destinatari
Sono destinatari del sostegno, in misura proporzionale alla riduzione dell’o¬rario di lavoro:
a) le imprese che ricorrono agli accordi stipulati ai sen¬si dell’articolo 1 e 2, del d.l. 726/1984 convertito dalla l. 863/1984, e le imprese che applicano i contratti di solida¬rietà per le aziende non rientranti nel regime di Cassa inte¬grazione guadagni straordinaria (CIGS) e per le aziende artigiane, di cui all’articolo 5, comma 5, del d.l. 148/1993 convertito dalla l. 236/1993, quando la riduzione d’orario è almeno del 40 per cento del normale orario di lavoro;
b) i lavoratori ai quali si applicano gli accordi di cui agli ar¬ticoli 1 e 2 del d.l. 726/1984 convertito dalla l. 863/1984 e i lavoratori a cui si applicano accordi che prevedono la stipulazione di contratti di solidarietà per le aziende non ri-entranti nel regime di CIGS e per le aziende artigiane di cui all’articolo 5, comma 5, del d.l. 148/1993 convertito dalla l. 236/1993;
c) le imprese e i lavoratori che sottoscrivono gli accordi sin-dacali di cui alla b), nonché le imprese interessate da cofinanziamento dei contratti di so¬lidarietà da parte degli enti bilaterali di settore.
Erogazione del sostegno
Il sostegno regionale è concesso per un periodo massimo di dodici mesi e, in ogni caso, per la singola impresa non può superare la somma di 100.000,00 euro annui, fatti salvi i vincoli derivanti dalla legislazione vigente in materia di incentivi alle im¬prese e nel rispetto del regime de minimis previsto dalla normati¬va europea in materia di aiuti di stato.
Con successiva deliberazione della Giunta regionale, tenuto conto del sistema delle imprese lombarde con particolare riguardo alle situazioni di crisi aziendali, sarà definita la ripartizione delle risorse per ciascuna tipologia di impresa e, per i lavoratori, la misura dell’integrazione salariale..
Risorse
Per gli interventi vengono stanziati 2.000.000,00 di euro per ogni anno.

Leggi la Legge Regionale

Commenti Commenti 0 - Commenta L'articolo
Copyright 2017 © Enti Bilaterali della provincia di Varese Copyrights & Disclaimer
Via Valle Venosta, 4 - 21100 VARESE - C.F. 95035190123 - tel. 0332 342207 - fax. 0332 335518 - info@entibilaterali.va.it Credits