Ebc
cerca
Cartella Contratto a tempo parziale Contratto a tempo parzial...
torna indietro stampa questa pagina torna in alto
Ebc
INDICAZIONE ORARIO DI LAVORO - INTERPELLO 11/2009

La Direzione Generale per l'Attività Ispettiva del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, con interpello n. 11 del 20 febbraio 2009, ha risposto ad un quesito posto dalla Confcommercio, in merito alla corretta interpretazione dell’art. 2, comma 2, del D.Lgs. n. 61/2000, secondo il quale “nel contratto di lavoro a tempo parziale è contenuta puntuale indicazione della durata della prestazione lavorativa e della collocazione temporale dell’orario con riferimento al giorno, alla settimana, al mese e all’anno”. In particolare è stato chiesto se nei rapporti di lavoro part-time di tipo verticale con prestazione di lavoro giornaliera a tempo pieno o superiore, sia sufficiente indicare nel contratto di lavoro soltanto l’ammontare della stessa prestazione giornaliera senza la puntuale indicazione delle fasce orarie. Il Ministero del lavoro ha chiarito che “la previsione legislativa circa la puntuale indicazione della collocazione temporale della prestazione deve intendersi finalizzata esclusivamente a garantire una individuazione preventiva, da parte del lavoratore, del tempo libero”. Quando, invece, la prestazione in termini di durata è parificata al tempo pieno, non è necessario predeterminare la precisa collocazione del tempo di lavoro. In conclusione, nella ipotesi di contratto a tempo parziale di tipo verticale, non è obbligatorio indicare le fasce orarie in cui la prestazione deve essere svolta nell’ambito della singola giornata.


Allegati

Copyright 2017 © Enti Bilaterali della provincia di Varese Copyrights & Disclaimer
Via Valle Venosta, 4 - 21100 VARESE - C.F. 95035190123 - tel. 0332 342207 - fax. 0332 335518 - info@entibilaterali.va.it Credits